c

LO STATUTO ASSONORVEGIA


ART. I – Denominazione sociale

E’ costituita un’associazione denominata “Asso Norvegia – Associazione Amici della Norvegia”, con sede in Milano, attualmente in Corso Venezia 5,

ART. II – Scopo

Scopo dell’Associazione è quello di promuovere e di coltivare l’amicizia tra la Norvegia e l’Italia. In relazione a tale scopo l’associazione si propone di organizzare e sponsorizzare incontri, riunioni, convegni, eventi celebrativi e commemorativi dei legami tra detti due Paesi, attività culturali e di scambio commerciale, coinvolgendo i cittadini norvegesi presenti in Italia (o altrove), i cittadini italiani presenti in Norvegia (o altrove) nonché le società, associazioni o enti di qualsivoglia tipo o natura sia italiane che norvegesi o di Paesi terzi.
L’associazione non si propone fini di lucro.

ART. III – Iscrizione e dimissioni

Ogni persona fisica, persona giuridica, associazione o ente privato o pubblico potrà far domanda di iscrizione all’associazione. La relativa domanda potrà essere discrezionalmente respinta dall’organo dell’associazione al quale sarà stato affidato il compito di accertare la idoneità del richiedente l’iscrizione. Le dimissioni del socio dovranno essere indirizzate al Consiglio di Amministrazione dell’associazione ed avranno effetto a partire dall’inizio dell’anno solare successivo a quello durante il quale esse saranno state offerte.
L’associazione potrà espellere, a mezzo di delibera apposita del suo Consiglio di Amministrazione (anche non esplicitamente motivata), il socio non più ritenuto idoneo o degno della qualità di socio.

ART. IV – Quote e Categorie di Soci

Le quote associative saranno fissate annualmente dal Consiglio di Amministrazione dell’associazione in maniera idonea alla copertura delle previste e prevedibili spese operative della stessa.
E’ concessa al Consiglio di Amministrazione la facoltà di stabilire diverse categorie di soci e di fissare le relative quote associative nonché la facoltà di fissare la quota per il primo anno di associazione proporzionalmente al periodo rimanente dell’anno durante il quale sarà stata accettata la domanda di iscrizione.

ART. V – Esercizio Sociale

L’esercizio sociale decorre dall’1/1 al 31/12 di ogni anno solare. Il primo esercizio avrà inizio alla data di sottoscrizione del presente statuto ed avrà fine il 31/12/2005.

ART VI – Consiglio di Amministrazione

L’Associazione sarà gestita da un Consiglio di Amministrazione composto da 7 ad 11 membri eletti tra i soci per un biennio dall’Assemblea Ordinaria Annuale dei Soci. Il primo Consiglio, fissato nel numero di 10 membri, sarà costituito dalle seguente persone: Ottorino Beltrami, Olaf Berger, Bjorn Christophersen, Arturo Cuzzer, Olaf Fife, Adalberto Gei, Daniel E. Gilioli, Petter Johannesen, Gian Mario Mandrini e Einar Nilssen.

Il Consiglio di Amministrazione potrà esercitare tutti i poteri per la ordinaria o straordinaria amministrazione dell’associazione e potrà delegarli in tutto o in parte, a suo insindacabile giudizio, al Presidente, al Vice-Presidente Esecutivo, al Tesoriere o al Segretario o, per singoli atti, a terzi ancorché non membri del Consiglio di Amministrazione o soci dell’associazione.

I membri del Consiglio di Amministrazione saranno rieleggibili senza limitazioni di tempo.

Il Consiglio di Amministrazione adotterà le proprie regole di gestione e definirà i compiti dei suoi membri nonché quelli del Presidente, Vice-Presidente Esecutivo, Segretario e Tesoriere. Potrà inoltre istituire comitati operativi ritenuti necessari o utili allo svolgimento delle attività dell’associazione.
Il Consiglio di Amministrazione coprirà ogni posto di consigliere divenuto vacante a seguito delle dimissioni o cessazione di un suo membro fino alla data della successiva assemblea annuale dell’associazione.
Ogni modifica alle norme statutarie dell’associazione dovrà essere approvata con il voto favorevole di almeno due/terzi dei membri del Consiglio di Amministrazione. Non si renderà necessario per le modifiche statutarie l’intervento dell’assemblea dei soci.
Le delibere del Consiglio di Amministrazione saranno approvate con il voto favorevole della maggioranza dei membri componenti il Consiglio di Amministrazione, presenti e votanti, salvo quanto sopra previsto relativamente alle modifiche delle norme statutarie dell’associazione.
Il numero legale per ogni adunanza del Consiglio di Amministrazione sarà pari alla metà dei suoi membri più uno.

ART. VII – Cariche sociali

L’Assemblea Ordinaria annuale nominerà un Presidente, un Vice-Presidente Esecutivo, un Segretario ed un Tesoriere i quali rimarranno in carica per un biennio. Il Segretario ed il Tesoriere potranno essere prescelti anche al di fuori del Consiglio di Amministrazione. Le seguente persone ricopriranno fino al 31/12/2005, le cariche indicate a fianco dei loro rispettivi nominativi:
Ottorino Beltrami – Presidente
Petter Johannesen – Vice-Presidente Esecutivo
Enrica Fontana – Segretario
Daniel E. Gilioli – Tesoriere

ART. VIII – Poteri di firma

Ogni atto del Consiglio di Amministrazione conferente poteri di firma sarà sottoscritto dal Presidente o Vice-Presidente Esecutivo e controfirmato dal Tesoriere o dal Segretario.
Per operatività sui conti bancari dell’associazione varrà la singola firma del Presidente o del Vice-Presidente Esecutivo o del Tesoriere o del Segretario congiunta comunque a quella di uno qualsiasi di altri membri del Consiglio di Amministrazione.
L’assunzione di obbligazioni di natura straordinaria da parte dell’associazione dovrà peraltro in ogni caso essere preventivamente autorizzata dal Consiglio di Amministrazione.

ART. IX – Riunioni

Ogni socio in regola con il pagamento della quota associativa avrà il diritto di partecipare alle assemblee dell’associazione.
Almeno il 15 (quindici) per cento dei soci dovrà essere presente di persona o per delega al fine della costituzione del numero legale sia per le Assemblee Ordinarie sia per quelle Straordinarie in prima convocazione. Il numero legale per tali Assemblee in seconda convocazione sarà costituito dal numero dei soci presenti qualunque esso sia.
L’Assemblea Ordinaria o Straordinaria delibererà a maggioranza dei soci presenti e votanti.
Il Consiglio d’Amministrazione convocherà l’Assemblea dei soci ogni qual volta almeno tre (3) dei suoi componenti ne facciano esplicita richiesta o qualora tale richiesta venga fatta da almeno quindici (15) soci. Peraltro l’Assemblea Ordinaria Annuale sarà convocata dal Presidente o dal Vice-Presidente Esecutivo entro il 30 giugno di ogni anno.

ART X – Rendiconto economico

L’Assemblea Ordinaria Annuale sarà chiamata ad approvare il rendiconto economico relativo all’esercizio chiuso il 31/12 dell’anno precedente, rendiconto che verrà predisposto a cura del Segretario. Tale Assemblea procederà inoltre ad eleggere il Consiglio di Amministrazione o a ricostituirlo secondo le previsione dell’Art. VI.

ART XI – Rimandi

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente statuto faranno testo le norme del codice civile e ad ogni altra norma vigente applicabile alle associazioni non riconosciute.

Top